"Sito specializzato in lavoro, sindacale e previdenza sociale"

Ambiti di discussione

Lavoro

Costituzione, svolgimento ed estinzione del rapporto di lavoro

Sindacale
Sindacati, contratto collettivo e sciopero
Previdenza
Trattamento previdenziale, infortuni, disoccupazione, sicurezza
Osservatorio Riviste

Osservatorio sulle riviste in materia di diritto del lavoro

Ultime note pubblicate

14/06/2019: Transazione in corso di causa, accertamento giudiziale ed inopponibilità all’INPS
In materia di obblighi contributivi, la transazione intervenuta fra datore di lavoro e lavoratore è inopponibile all’Istituto previdenziale.  Nota a Cass. 13 maggio 2019, n. 12652  Giuseppe Catanzaro Anche a fronte di una conciliazione in sede sindacale con la quale le parti decidano di non dare ulteriore corso alla vicenda giudiziale e riconoscano la cessazione del loro rapporto di lavoro,…
14/06/2019: L’applicazione della disciplina del lavoro subordinato per le collaborazioni etero-organizzate regolate da accordi sindacali
Nell’ipotesi di collaborazioni continuative etero-organizzate, regolate da una serie di accordi sindacali nazionali, trova applicazione la disciplina derogatoria di cui all’art. 2, co. 2, del D.Lgs. n. 81/2015 per cui non si applica a tali rapporti la disciplina del rapporto di lavoro subordinato, bensì quella del lavoro autonomo parasubordinato. Trib. Roma 6 maggio 2019, n. 754 Arturo Serra Alle collaborazioni…
13/06/2019: Mancata comunicazione al sindacato degli elenchi dei neoassunti e condotta antisindacale
La previsione, contenuta in un accordo aziendale, della necessaria comunicazione alle organizzazioni sindacali degli "elenchi dei neo assunti", va intesa secondo il senso letterale, come relativa ai nominativi dei lavoratori e non al mero dato numerico. Nota a Cass. (ord.) 23 maggio 2019, n. 14060 Alfonso Tagliamonte La violazione della disposizione dell'accordo aziendale, concernente le comunicazioni periodiche obbligatorie del datore…
13/06/2019: Licenziamento per giusta causa e tipizzazioni del CCNL
Ai fini dell’accertamento della giusta causa di recesso, il giudice deve “tener conto” delle condotte lesive del vincolo fiduciario individuate, in via esemplificativa e non vincolante, dalla contrattazione collettiva di riferimento. Nota a Cass. 23 maggio 2019, n. 14063 Sonia Gioia In materia di licenziamento disciplinare, “le tipizzazioni delle fattispecie previste dal contratto collettivo nell'individuazione delle condotte costituenti giusta causa…

Seguici anche sui nostri social