"Sito specializzato in lavoro, sindacale e previdenza sociale"

Ambiti di discussione

Lavoro

Costituzione, svolgimento ed estinzione del rapporto di lavoro

Sindacale
Sindacati, contratto collettivo e sciopero
Previdenza
Trattamento previdenziale, infortuni, disoccupazione, sicurezza
Osservatorio Riviste

Osservatorio sulle riviste in materia di diritto del lavoro

In evidenza

03/06/2020: Abbiamo pubblicato:
L’Agenzia delle entrate torna ad occuparsi delle cause ostative al regime forfetario - Indirizzi Operativi

Ultime note pubblicate

05/06/2020: Part time, contribuzione e retribuzione “virtuale” nel settore edile
L’obbligo contributivo previsto sulla retribuzione “virtuale” da corrispondere ai lavoratori a tempo pieno del settore edile si applica anche nei confronti dei dipendenti assunti con contratto a tempo parziale in violazione delle limitazioni percentuali. Nota a Cass. 12 maggio 2020, n. 8794  Alfonso Tagliamonte Nell’ambito dell’edilizia, “l'importo della retribuzione da assumere come base di calcolo dei contributi previdenziali non può…
04/06/2020: Diritto allo smart working e Covid-19
Il lavoratore affetto da patologia grave ha il diritto di prestare la propria opera in modalità di lavoro agile ed il datore di lavoro non può imporre, in maniera indiscriminata e penalizzante, il ricorso a ferie non maturate.  Trib. Grosseto, sez. lav., ord. 23 aprile 2020, n. 502  Maria Novella Bettini Il rifiuto di ammettere un lavoratore disabile al lavoro…
03/06/2020: Collaborazione amicale ed esclusione della subordinazione
Il carattere episodico e puramente amicale della presenza di un pensionato presso i locali di un ristorante non configura né un rapporto di lavoro subordinato, né una collaborazione coordinata e continuativa. Nota a Cass. (ord.) 12 maggio 2020, n. 8791 Flavia Durval La collaborazione caratterizzata da assoluta episodicità e occasionalità e il carattere puramente amicale e per diporto della presenza…
01/06/2020: Applicazione dello sconto su un bene e successivo acquisto: immediatezza relativa della contestazione
Il principio della tempestività della contestazione disciplinare è relativo. I fatti che convergano a comporre un'unica condotta esigono una valutazione globale ed unitaria da parte del datore di lavoro. Sicché un comportamento disciplinarmente rilevante può venire contestato non subito dopo che si è verificato, ma anche unitamente al fatto ultimo da sanzionare.  Nota a Cass. 12 maggio 2020, n. 8803…

Seguici anche sui nostri social